VIAGGIO IN PATAGONIA - GUIDA COMPLETA AL VIAGGIO DI SUCCESSO

Durante il nostro viaggio di cinque mesi in Sud America , abbiamo fatto la scelta di trascorrere quasi due mesi alla scoperta della Patagonia cilena e argentina. Questa scelta attentamente ponderata è stata motivata dal desiderio di scoprire questa regione in modo approfondito grazie al tempo che abbiamo avuto mentre prediligevamo luoghi lontani dalla folla per una vera immersione nella scoperta di questa regione e al contempo privilegiare le attività all'aria aperta come escursioni, bivacco e kayak. Tuttavia, non abbiamo perso alcuni dei must-vede come il ghiacciaio Perito Moreno, Torres del Paine o El Chalten. Quando si pensa alla Patagonia, si pensa naturalmente ai grandi spazi che delimitano la RN 40 in Argentina, la storia di Bruce Chatwin, il blu del Perito Moreno e una terra inospitale spazzata da raffiche di vento. Pensiamo molto meno alle palafitte di Chiloé, al profondo blu Rio Baker, alle passerelle di legno che costeggiano Caleta Tortel o al minuscolo porto dove attraccano le barche che collegano Ushuaia e Puerto Williams, il villaggio cileno più a sud al mondo In questo articolo troverai tutti i nostri consigli per organizzare il tuo itinerario di viaggio in Patagonia dal Cile all'Argentina, ma anche i nostri preferiti e le nostre migliori esperienze.

I NOSTRI ITINERARI DI VIAGGIO IN PATAGONIA

Patagonia

Appena fuori l'autobus notturno che collega Valparaiso e Puerto Montt, ci precipitiamo su un nuovo autobus in partenza per l'isola di Chiloé al largo della costa del Cile. Prendiamo un traghetto per attraversare il braccio del mare che ci dà l'opportunità di osservare il paesaggio che cambia: qui, tutto è verde, scogliere e colline. Alcune case di legno fiancheggiano la costa mentre ci affacciamo sul parapetto del traghetto per osservare i leoni marini, il Cile ci offre ancora un volto completamente diverso e non ci dispiace! Chiloé è l'isola di un marinaio. E la città di Castro è decisamente rivolta a questa attività economica.

COSA FARE SULL'ISOLA DI CHILOÉ?

  • Fai un viaggio per scoprire le sedici chiese di legno classificate dall'UNESCO come Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
  • Passeggia lungo la Muelle de las Almas e scopri le leggende cilene.
  • Cammina lungo la spiaggia di Cole Cole se la pioggia non ti spaventa ...
  • Soggiorno in un palafito , una tradizionale casa di legno costruita su palafitte.

VIAGGIO STRADA SULLA CARRETERA DEL SUD

Da un articolo su Trek Magazine - il mio libro sul comodino - morirò letteralmente alla scoperta della Carretera Austral, la via più a sud del mondo, ma soprattutto la regione di Aysén, la vastità del Lago General Carrera, le sue famose cattedrali di marmo e la bellezza bluastra dei suoi ghiacciai. Missione compiuta! Aysén è stato ancora più grandioso delle mie aspettative da quando siamo rimasti lì per quasi due settimane, percorrendo la strada per il lungo, largo e trasversale. Aysén è la regione ideale per gli amanti della natura che amano prendersi il loro tempo o per i viaggiatori che desiderano fuggire dalla folla di Torres del Paine e trovare un'alternativa ai sentieri troppo battuti della Patagonia.

COSA FARE SUL CARRETERA DEL SUD ?

  • Scopri le cattedrali di marmo di Puerto Rio Tranquilo in barca o in kayak.
  • Ammira il Cerro Castillo , raggiungibile con trekking o escursioni di un giorno. Viene spesso proposto come alternativa a Torres del Paine. All'inizio di novembre, l'accesso era chiuso a causa della neve, quindi non posso dirti se questo è vero o no.
  • Scopri le escursioni sul ghiaccio a Los Exploradores con l'agenzia 99% Aventura per un giorno.
  • Naviga lungo la Laguna di San Rafael per osservare il ghiacciaio omonimo e bere un whisky "sulla roccia".
  • Escursione tra i Guanaco nel Parco Nazionale della Patagonia : un'area naturale riabilitata e protetta grazie ai fondi privati ​​di Doug Tompkins e Kristine McDivitt Tompkins, rispettivamente fondatori dei marchi The North Face e Patagonia.

DA USHUAIA A BEAGLE DETROIT

Itinerarion Patagonia

Non ci aspettavamo molto da Ushuaia e, alla base, la città non faceva parte del nostro itinerario per 5 mesi di viaggio in Sud America. Eppure abbiamo finito per sbarcare in questa parte del mondo e siamo rimasti lì per quasi una settimana mentre aspettavamo la nostra partenza per l'Antartide. In effetti, alla fine di quel tempo, conoscevamo la città come la nostra tasca - ciao, l'espressione obsoleta di Mother-Grand. Finalmente Ushuaia ci ha sorpreso e questo è in gran parte dovuto alla sua posizione geografica. La città è letteralmente incuneata tra il Canale di Beagle e la catena montuosa di Darwin. Per una visita ottimale della città, ti consiglio di fermarti tre giorni: una giornata dedicata alla navigazione sul Beagle, un'altra alla scoperta del Parco Nazionale della Terra del Fuoco e un'ultima escursione verso il ghiacciaio Martial: conta 3 ore di andata e ritorno - o in uno degli altri punti naturali della città. Mi è piaciuta Ushuaia perché non avevo aspettative particolari. D'altra parte, è una città turistica. Durante l'estate australe, ci sono molti gruppi, compresi molti americani che partono per l'Antartide. Questo è sentito direttamente sul prezzo. Devi essere consapevole che questa non è una città dove il costo della vita è "economico". Da Ushuaia, abbiamo attraversato lo stretto fino a Puerto William, il villaggio cileno più a sud. La nostra ambizione era quella di percorrere il trekking dei Denti Navarino, qualcosa di compromesso dalla nostra ultima partenza in Antartide.

COSA FARE IN USHUAÏA

  • Canottaggio lungo il Canale di Beagle per esplorare le sue colonie storiche estancia e leoni marini.
  • Escursioni fino al giorno in uno dei diversi siti naturali vicino alla città come il ghiacciaio Martial , la Laguna Esmeralda o il ghiacciaio Vinciguerra.
  • Camping una notte nel Parco Nazionale della Terra del Fuoco . Il prezzo è abbastanza alto per il posto in modo da massimizzare il rendimento.

TORRES DEL PAINE E PUERTO NATALES

In Patagonia, Torres del Paine è un must! Allo stesso tempo, il parco offre una diversità di paesaggi piuttosto incredibile e non ha rubato la sua reputazione. Per non parlare dei puma! D'altra parte, Torres del Paine è un business ... E per far fronte all'alto numero di turisti, CONAF, l'organizzazione statale che gestisce i parchi e le foreste in Cile, ha imposto regole diverse come l'obbligo di riservare tutti i suoi alloggi per qualsiasi soggiorno nel parco. La maggior parte degli alloggi è gestita da compagnie private. Va sui prezzi. Abbiamo scelto di percorrere il trekking W, qualcosa di cui ci siamo rammaricati perché i sentieri sono affollati. Onestamente, non siamo mai stati soli in natura. Se sei un escursionista esperto, pensa a Circuit O se la durata del tuo viaggio lo consente. Inoltre, è anche possibile scoprire Torres del Paine noleggiando un'auto e prenotando una sistemazione nel parco, ma al di fuori dei percorsi di trekking. I campeggi e le logge sono lì, più convenienti. A dicembre, il campeggio Péhoé era quasi deserto!

 

COSA FARE A TORRES DEL PAINE ?

  • Prendi uno dei due percorsi di trekking nel parco: il trekking W in 4 giorni o il circuito O in 9 giorni.
  • Escursione al giorno al Mirador Las Torres , contare circa 6 o 7 ore di cammino avanti e indietro.
  • Scopri il ghiacciaio grigio in barca, in kayak oa piedi con la Patagonia Big Foot .
  • Visita il parco in auto e goditi le viste più belle sulle vette e sui ghiacciai della cascata del Salto Grande e dei Miradors Los Cuernos, Ferrier e Glacier Grey.

EL CALAFATE E GLACIER PERITO MORENO

A Torres del Paine, la famiglia di Celia si unì a noi e fu in sua compagnia che continuammo il nostro viaggio attraverso la Patagonia. Il nostro progetto? Vai a nord e scopri insieme i luoghi imperdibili della Patagonia argentina. Prima tappa: la città di El Calafate e il Parco Nazionale Los Glaciares dove si trova il famoso Perito Moreno. La scoperta di questo gigante di ghiaccio rimane uno dei migliori momenti del nostro viaggio. Siamo rimasti bloccati per più di mezza giornata totalmente incapaci di andarcene perché ci ha affascinato. Perché il Perito Moreno è l'unico ghiacciaio della Patagonia che può essere avvicinato così vicino a piedi - senza dover prendere una barca, andare in kayak o camminare sul ghiaccio. Ascolta la crepa del ghiaccio, ammira le sue varie sfaccettature blu, guarda alcuni dei suoi blocchi staccarsi e cadere nell'acqua ... In breve, guardare il ghiacciaio "dal vivo" è un'esperienza incredibile. A parte il Perito Moreno, El Calafate non ha molto interesse. Il mio consiglio? Una volta scoperto il ghiacciaio, non esitare a prendere la strada per El Chalten, a duecento chilometri di distanza.

  • Ammirate il ghiacciaio Perito Moreno dalle sue passerelle, in barca o a piedi, imparando il trekking sul ghiaccio con l'agenzia Hielo y Aventura .
  • Visita il Glaciarium di El Calafate per comprendere la formazione dei campi di ghiaccio del Patagon.
  • Passeggia nei dintorni del Lago Argentino o sali sul Cerro Cristales .
  • Scopri la riserva della laguna di Nimez e le sue colonie di fenicotteri.

EL CHALTÉN TRA SUMMIT E GHIACCIAI

Qualificati del "paradiso dell'escursione", El Chaltén è stato per noi un passo essenziale in cui abbiamo contato bene incatenando le escursioni! Era senza contare sul clima aspro della Patagonia che ci ha portato nebbia, pioggia ininterrotta, venti estremamente forti e neve in quota. Basti dire che non abbiamo mai visto la Laguna Torre e il suo ghiacciaio totalmente nascosti dalla nebbia. Tuttavia El Chalten ci ha riservato alcune sorprese come la scoperta del famoso Cerro Fitz Roy e della Laguna de los Tres, senza dubbio la cartolina illustrata della città, la scoperta del ghiacciaio Viedma o un'escursione al mirador del ghiacciaio Piedras. Blancas. Non appena arrivi a El Chalten, vai al centro informazioni per ottenere le mappe della regione e il consiglio dei ranger sui diversi percorsi escursionistici e di trekking.

Ultima tappa del nostro viaggio in Patagonia: Bariloche, "la piccola Svizzera argentina" famosa per la sua stazione sciistica di Cerro Catedral, la sua cioccolata e le sue baite. Bariloche è molto turistica perché è una delle principali località degli argentini, ma è anche la porta d'accesso al Parco Nazionale Nahuel Huapi. Quando siamo andati a Bariloche, il nostro progetto è stato chiaro: percorrere la strada dei 7 laghi da Villa La Angostura a San Martin de los Andes. Per me, la strada dei 7 laghi era un viaggio in semitono perché è un viaggio contemplativo punteggiato di punti di vista - più o meno ben mantenuti - sui laghi della regione e acque a volte verde smeraldo tra cui intorno a Villa Traful che è - a mio avviso - il tratto più bello di questo itinerario. Il percorso dei 7 laghi è un po 'più di cento chilometri e scorre molto bene in due giorni prendendo il suo tempo.

 
Viaggi Patagonia